massimo de molfetta
Gente Ruvida

Massimo De Molfetta: “Io vendo prodotto, non etichette”

Massimo De Molfetta è un ragazzo del ’64 con tanti sogni nel cuore, di quelli che a 16 anni papà gli ha comprato il PX e lui scorrazzava per Milano e Santa, giovane dandy portatore sano di buon gusto meneghino.

Non è cambiato molto, con quell’aria un po’ stropicciata di chi non si alza presto la mattina, perché non è né una gazzella nè un leone e soprattutto Milano non è l’Africa: molto, molto Ruvido Style!

Massimo De Molfetta ha un suo stile e si vede

Massimo ha stile e si vede: il suo stile rispecchia quello che ha cercato con anni di lavoro di creare nel suo negozio DE MOLFETTA in Corso Vercelli, un classico rivisitato nei volumi e nei colori, svecchiato e riadattato ai ritmi della vita milanese.

de molfetta corso vercelli

Il suo concetto di eleganza è un crossover di modernità e tradizione con un pilastro fondamentale: la qualità del Made in Italy, che nasce anche dalle richieste della sua clientela, che spazia dai 25 ai 50 anni, con aperture anche agli over e agli under.

Massimo “vende prodotto, non etichette” e ci tiene ad affermarlo con orgoglio, come a dire che da lui il brand con relativo sovrapprezzo non trova spazio: solo qualità selezionata in base ad una vita di esperienza da buyer, commerciante e consulente nella maglieria.

massimo de molfetta

De Molfetta Custom Made

La sua storia lo ha portato ad essere un camiciaio  rinomato per il suo “su misura” con un imbarazzante rapporto qualità /prezzo (95/120 euro) fino al più recente servizio di confezione abiti Custom Made con tessuti scelti dal cliente (da 790€ in su)

De Molfetta corso vercelli milano abbigliamento uomo

E poi, soprattutto, le maglie, la sua fissazione: nel suo armadio personale ce ne saranno un plotone, dal cotone al Cashmere. Inutile dire che per lui  il maglioncino è quel capo che non dovrebbe mai mancare nell’outfit del gentiluomo.

massimo de molfetta

Ma d’altronde un dandy ruvido come lui riesce ad abbinare un golfino taglio felpa girocollo di cotone verde pistacchio con una camicia blu a pallini bianchi, un “chino” sbiadito e delle sneakers di camoscio verde, mantenendo un equilibrio imbarazzante di cromia nell’outfit: tres chic, monsieur Massimo!

Massimo De Molfetta: “Io vendo prodotto, non etichette”
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top