Icone

Borg McEnroe, più che un film

Borg McEnroe

Verso la fine degli anni ’70 il mondo stava cambiando ma nessuno se ne accorgeva.
Certo, c’erano cosucce importanti a cui pensare, tipo la crisi dell’Iran, quel simpaticone di Khomeini, in Italia c’era il terrorismo, Andreotti ed altre amenità di questo genere, ma il mondo fremeva per una grande rivalità: Bjorn Borg contro John McEnroe.

Io giocavo a tennis, piuttosto male a dire il vero, ma i completi bianco-rossi-blu della Fila non mancavano nel mio armadietto e avevo anche una fascia bianco-rossa per i capelli, anche se a me non stava così bene…

brgmac01

SE VOLETE FARVI UNA CULTURA…

Acquista su Amazon.it

Borg McEnroe, due mondi in collisione

A New York nel 1979 c’erano la disco, i primi vagiti della cultura hip hop e una scena punk di tutto rispetto (ricordate “Vynil” ? non l’avete visto ? vabbè…), Andy Warhol girava per i club e Woody Allen dirigeva Manhattan.

In Svezia usciva Supertrooper degli Abba e tutti erano felici e contenti.

Non potevano esistere due universi più distanti ed inconciliabili fra loro e i due campioni Borg e McEnroe erano l’esatta espressione di queste realtà in rotta di collisione.

Calmo e glaciale (almeno in apparenza) lo svedese Bjorn Borg, col suo gioco metodico e devastante da fondo campo. Geniale quanto irascibile l’americano John McEnroe, imprevedibile col suo mancino e il suo micidiale gioco a rete.

Questi due mostri sacri si dettero battaglia per un decennio (14 incontri, sette a testa, perfetta parità) fino alla sfida più esaltante, Wimbledon 1979, dove Borg era il campione da battere e McEnroe lo sfidante.

Il film tocca il suo climax proprio qui e, guarda caso, il robot svedese vince il quinto Wimbledon consecutivo, consacrandosi alla storia…

Peccato che l’anno dopo John si prese una clamorosa rivincita agli internazionali USA, rimettendo le cose al loro posto.

Si capisce che tifo per John?

Borg McEnroe

PER FARSI DUE TIRI…

Dalla parte di Borg

Ora, cosa vi aspettate da una produzione svedese? Che sia imparziale?

Considerate che doveva essere un film sulla vita di Bjorn Borg, in patria (giustamente) eroe nazionale e mito assoluto, qui ben descritto nei suoi tormentati risvolti caratteriali ben occultati dalla freddezza del suo personaggio.

Qualcosa di “deviato” in Bjorn doveva pur esserci: nessuno sano di mente sposerebbe Loredana Bertè, dai, su, avanti…

Comunque si sono presto resi conto che un semi-sconosciuto (a livello internazionale) Sverrir Gudnason oltre al solito Stellan Skarsgård (l’allenatore) non sarebbero stati sufficienti a dare lustro al botteghino.

Con un colpo di genio hanno “creato” il personaggio di John McEnroe, ingaggiando un’azzeccatissimo Shia LeBeuf, modificando la sceneggiatura e trasformando la narrazione in un percorso parallelo di due personaggi epici.

Il risultato ricorda”Rush“, altro capolavoro di Ron Howard, di cui ben difficilmente bisserà il successo al box office, anche se l’attesa è grande…

Borg McEnroe

MAI PIÙ SENZA…

Borg vs McEnroe, il tennis che non c’è più

Eccolo lì, il solito nostalgico delle racchette di legno…

Adesso parte il solito pippone sul tennis di una volta che si giocava più lento e quindi c’era più spazio per lo spettacolo ecc. ecc.

Non è di tennis, invece, che voglio parlare, anzi sì, nel senso che il problema non è tanto il gioco, in quanto fu proprio Borg a creare quel tipo di tennis “moderno” basato sulla potenza e il gioco a fondo campo che oggi si è sviluppato all’estremo con le nuove racchette e la nuova preparazione fisica .

Quello che più manca al tennis (come ad altri sport, tipo la formula uno) sono i personaggi, gli eroi, i miti, le icone, chiamateli come volete.

Nadal e Federer sono sicuramente campioni e sicuramente rivali, interpretano lo stesso gioco in maniera differente, ma sono personaggi “di plastica” con uffici stampa e manager che impediscono loro qualunque svolazzo.

D’altronde, allenandosi praticamente quattordici ore al giorno e dormendo per le altre dieci ore, di quale svolazzo potremmo mai parlare?

Ragazzi, quanta voglia di racchette fracassate e insulti ai giornalisti!!!

Borg McEnroe

FATE UN PO’ DI SHOPPING…

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top